Pubblicità

Pubblicità

Musica

Il Duo AltoPiano indaga l’elegante repertorio per viola: domani (30 dicembre) nella chiesa del Capo per natale a Palermo

Un gradito ritorno anche quest’anno: domani sera (venerdì 30 dicembre) alle 19 tra i marmi mischi della splendida chiesa dell’Immacolata Concezione al Capo sarà protagonista del nuovo appuntamento di Natale a Palermo, il duo AltoPiano formato dai palermitani Salvatore Giuliano alla viola e Adriana Biondolillo al pianoforte, tutti e due legati al Trio Giubila. Il duo ha costruito un vero e proprio repertorio cameristico attorno ad uno strumento poco indagato come la viola: per questo passeranno dallo stile barocco di Telemann a quello moderno, ispirato al repertorio jazz, di Gershwin. Poi, un classico come Giselle con un famoso “solo” per viola; il sognante norvegese Loveland, il ritmo coinvolgente di Piazzolla e lo stile raffinato di Galliano. La rassegna, offerta alla città dai Club Service – Rotary, Lions, Inner Wheel e Soroptimist – dopo la pausa di Capodanno, riprenderà il 2 gennaio. L’ingresso è libero.

Il Duo AltoPiano trae il suo nome dal termine alto, con cui veniva in passato denominata  la viola e con il quale, ancora adesso, viene indicata in alcune opere di edizione  straniera.  Lo strumento, nato nel XVI secolo, come taglia intermedia nella famiglia delle viole da braccio, per molto tempo ha avuto un ruolo minore, adombrata soprattutto, dalla brillantezza timbrica del violino. Soltanto agli inizi del Novecento, grazie all’attività di alcuni grandi virtuosi e compositori, come Hindemith e Primrose, ha acquistato una sua dignità solistica. AltoPiano adora la viola e ha costruito attorno a questo strumento, un repertorio cameristico, originale e non, che spazia dal ‘600 ai giorni nostri.

PROGRAMMA

G.Ph. Telemann           Sonate G-Dur( Siziliana- Vivace – Dolce – Scherzando)

A. Adam                           Giselle (Pas de deux)

R. Loveland                    Song from A Secret Garden – Notturno – Sleep song

A. Piazzolla                    Cafè 1930

G. Gershwin                   Tre prelude ( Allegro ritmato – Andante con moto – Allegro deciso)

R. Galliano                      Tango pour Claude

NATALE A PALERMO: dieci concerti gratuiti nelle chiese formano un unico cartellone impaginato dal direttore d’orchestra Gaetano Colajanni, da Santo Stefano, all’Epifania. La rassegna è promossa dalRotary Club Palermo Est, con la partecipazione dei Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist della città. Ingresso libero.

PROSSIMO CONCERTO. La prima parte della rassegna di Natale a Palermo si chiude domani sera, poi si riprende lunedì 2 gennaio nella chiesa di San Francesco di Paola con un altro duo, Monesis, formato da due giovani musicisti sicilianiil fisarmonicistaGiuseppe Mazzara e la sassofonista Giorgia Grutta: caratteri differenti, quasi opposti, ma che grazie alle loro caratteristiche timbriche si sposano perfettamente per un viaggio attraverso Bach, Piazzolla e autori contemporanei come Gorka Hermosa, Silvio Zalambani.

Promotore di Natale a Palermo è il Rotary Club Palermo Est, a cui si uniscono Rotary, Lions, Inner Wheel, Soroptimist, con Zonta, Volo, Ande, Fidapa, Zyz, il Conservatorio Scarlatti ed altre associazioni cittadine. Natale a Palermo nasce dalla collaborazione tra l’Accademia Musicale  Siciliana, l’associazione I.D.E.A.hub, Volo, Fanaleartearchitettura, Settimana delle Culture, le Confraternite, la Diocesi Palermitana, e gli sponsor coinvolti, con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: