Pubblicità

Pubblicità

Eventi Libri

La poetessa del “CUORE” Gabriella Vicari il 12 novembre al Palmosa Fest di Castelvetrano

Gabriella Vicari nasce Palermo, un’isola nell’isola, definizione di Pirandelliana memoria, una laurea in scienze
infermieristiche ed un master in management conseguito all’università di medicina e chirurgia di Torino, dove ha vissuto
e lavorato per anni, una profonda conoscenza dell’animo umano per i suoi studi di counselor, svolge ora la sua attività
professionale in Cardiologia dell’ospedale Ingrassia di Palermo. Vive nella cittadina del Gattopardo, Santa Margherita
del Belice. Membro del consiglio di amministrazione della prestigiosa Istituzione Tomasi di Lampedusa. e consigliere
della biblioteca del proprio paese, metta a disposizione della comunità il suo amore per la letteratura ,per il teatro e per
l’arte. Sua la raccolta di racconti “L’isola di Nenè e altre storie”, con cui ha conquistato l’appellativo di “Signora dei
Racconti “. Ha partecipato alla XXXIV edizione del Salone internazionale del libro di Torino per la casa editrice Rudis
con i racconti caffè mediterraneo e L’incontro delle verità. Ha scritto l’opera teatrale Kokalos – la mennula amara.
Dramma in atto unico per il teatro, premiato alla XXIII° Premio Internazionale Navarro. Per la pluripremiata Poetessa,
la partecipazione al Palmosa FEST è un ulteriore conferma che siamo di fronte ad ”Un’artista Polytropos, che mescola
sapientemente il linguaggio dalla parola poetica italiana a semine vernacolari che fa parlare le emozioni attraverso i
luoghi esprimendo un profondo senso di appartenenza alle relazioni. Sotto i riflettori della critica regionale la sua silloge
poetica A piedi nudi, di SBE definita un oasi naturale, “Sconvolgimento e impeto” degli Sturmer che riportano allo
stile di Goethe. Con questa opera la poetessa parteciperà, il prossimo 12 novembre, al prestigioso Palmosa Fest di
Castelvetrano.
Leggere la silloge A piedi nudi significa intraprendere un percorso accattivante lungo il quale l’autrice, attraverso l’uso sapiente delle parole, esplora le anse profonde della sua ricca interiorità, fissando sui fogli con passione il vissuto affettivo e l’energia emotiva che caratterizza la sua intensa vita professionale e relazionale. Il noto poeta modicano G. Macauda che ha curato la prefazione di “A piedi nudi” che verrà presentata al festival di arte e letteratura di Castelvetrano, definisce lo stile della Vicari dal lessico ricercato che dipinge liricamente i paesaggi e i personaggi in una operazione di recupero della sostanza del significato degli elementi lessicali dialettali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: