Pubblicità

Pubblicità

Eventi

Biodiversità del Bagno dell’acqua: a Pantelleria l’equipe multidisciplinare di ricercatori coordinata dal professor Chiocci

Per un’intera settimana il gruppo composto da circa 20 ricercatori, appartenenti a diverse categorie scientifiche tra biologi zoologi, botanici, geologi, geochimici, idrogeologici, coordinati dal prof. Francesco Latino Chiocci del Dipartimento di Scienze della Terra e di Biologia Ambientale dell’Università di Roma “La Sapienza”, ha condotto numerosi rilievi nel Bagno dell’Acqua nell’ambito della convenzione stipulata con l’ Ente Parco Nazionale Isola di Pantelleria per lo studio della biodiversità.

Si tratta di una ricerca multidisciplinare, volta a raccogliere gli elementi necessari alla conoscenza della biodiversità esistente in una delle aree più suggestive dell’isola, per poter pianificare mirate azioni di tutela e di costante monitoraggio. L’obiettivo, fra gli altri, è quello di pianificare una strategia di campionamento per definire tutte le situazioni esistenti in questo delicato habitat.

Fra gli aspetti più rilevanti, al vaglio dei ricercatori, c’è il controllo della vegetazione che sorge intorno al lago con particolare attenzione alla cannuccia da palude. Si tratta, infatti, di una specie vegetativa, arrivata dal 2012, che ha una tendenza invasiva sul terreno capace di sostituire le specie predominanti del lago. Sono due in particolare quelle presenti e anche molto rare in quanto uniche stazioni europee.

Quest’anno, alla luce dell’importante cambiamento che si è avuto con il sorgere di alcuni piccoli nuclei da semi, gli esperti coordinati dal Prof. Mauro Iberite, botanico e studioso della flora, hanno attuato azioni di rimozione per limitare l’invasione del terreno intervenendo sulle mini popolazioni della cannuccia e sul nucleo madre, poiché l’eradicazione completa della pianta risulta un’operazione molto complessa a causa del fondale particolarmente melmoso. L’attenzione dei ricercatori nei prossimi sei mesi sarà concentrata nell’individuazione di azione di contenimento per monitorare l’andamento della sua espansione. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: