Pubblicità

Pubblicità

Eventi

Marsala alla Bit racconta (anche) il Vino

Marsala è la città da cui John Woodhouse spedì il suo carico di perpetuum (il vino dei contadini) diretto a Liverpool. Ed è la stessa città dove, quasi un secolo dopo, sbarcano i Mille. Nel 1773 nasceva il vino marsala. Nel 1860 si avviava l’unificazione dell’Italia. Sono belle pagine scritte nella storia di Marsala e che l’Amministrazione comunale vuole sfogliare assieme a cittadini e visitatori nel corso degli “Appuntamenti GaribalVini” in programma a partire da marzo. Il sindaco Massimo Grillo: “Quelle pagine suggestive e piene di fascino hanno positivamente segnato il racconto della città, proiettandone l’economia ed il nome nel mondo. Confermano altresì il ruolo che Marsala riveste nel panorama nazionale e internazionale grazie alla cultura del vino che questo territorio esprime, fortificata 250 anni fa e che si rinnova ora con la prossima apertura del Museo del Vino all’interno del settecentesco Palazzo Fici. In più, Marsala, città di approdi e sbarchi nel cuore del Mediterraneo, si erge a luogo di accoglienza, di quel dialogo interculturale che è motore di pace fra le comunità che si affacciano sul mare nostrum”. Saranno questi i temi del talk in programma a Milano nel corso della Borsa Internazionale del Turismo (12-14 febbraio), con Marsala presente all’interno dello spazio espositivo “The Best of Western Sicily” – raggruppa diversi Comuni del trapanese – limitrofo allo stand istituzionale della Regione Sicilia. La proiezione di video e immagini, incontri con giornalisti e tour operator, nonché una degustazione di vini e prodotti tipici, caratterizzeranno la tre giorni in BIT dove gli Appuntamenti GaribalVini – esaltando il rincorrersi tra mare e terra nella storia dell’antica Lilibeo – faranno scoprire tante altre belle pagine che raccontano il rapporto che lega Marsala agli Inglesi. Inoltre, sarà illustrato il ricco calendario di eventi istituzionalizzati volto a creare occasione di viaggi in questo versante occidentale della Sicilia. Un programma con iniziative, spettacoli, rappresentazioni, incontri enogastronomici e sport, lungo dodici mesi. Così, mentre è in corso la rassegna “ Lo Stagnone. Scene di uno Spettacolo” (Teatro Impero, fino a maggio), nel mese di febbraio seguirà il “Carnevale”, a marzo gli “Appuntamenti GaribalVini” (fino a maggio) e ad aprile la “Rappresentazione dei Misteri Viventi”. Poi è la volta del “Tonno rosso del Mediterraneo” (giugno) e del “Marsala Kite Fest” a luglio. In questo mese, al via anche ‘A Scurata (fino a settembre) e “Shock da Ground – Street Basket”; mentre agosto si apre con “Il Mare colore dei Libri”, cui seguiranno “Pastorella Event”, “Siciliamo” e il “Marsala Jazz & Wine” (prima edizione). Il calendario si chiuderà con “Luci dal Mediterraneo” (da ottobre a dicembre), con iniziative dedicate alla pace e al valore delle comunità. Tutti eventi che hanno l’obiettivo di fare vivere emozioni a turisti e visitatori lungo percorsi tematici, tra cantine storiche e bellezze naturalistiche, richiami culturali e sportivi, dieta mediterranea, tipicità e narrazioni leggendarie.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: