Pubblicità

Pubblicità

Arte

AssoDanza Italia partner di On Dance per Ballo in Bianco 2022

AssoDanza Italia prosegue la sua azione istituzionale di rappresentanza e tutela del settore danza
puntando sul concetto di RETE, di unione, di sinergia. Su invito dell’Etoile internazionale Roberto
Bolle, ADI è partner uffciale nell’organizzazione dell’evento Ballo in Bianco, che vedrà oltre 1500
ragazzi provenienti da tutta Italia impegnati in una lezione di sbarra classica condotta dallo stesso
Bolle, il prossimo 4 settembre in Piazza Duomo a Milano. On Dance, organizzatore e promotore
dell’evento, ha scelto ADI come partner esclusivo, in virtu dell’altissima rappresentaza sul territorio
dei suoi associati. Grazie alla capillarità geografca di AssoDanza, saranno rappresentate in Piazza
Duomo 17 Regioni italiane, provenienti da oltre 100 Scuole di danza private. La condivisione di
un’attività emblematica per la formazione coreutica, come la sbarra classica, consolida la percezione
di una Comunità della Danza, che si mostrerà per la prima volta con il proprio segno distintivo, forte
dei valori dell’unione e della solidarietà.
“Essere presenti in Piazza del Duomo, dopo due anni di chiusure forzate e grandissimi sacrifci, per
rappresentare l’importanza del lavoro educativo e formativo svolto dalle Scuole di Danza italiane è
per noi motivo di orgoglio, in quanto Associazione di tutela del settore”, dice la Presidente ADI
Miriam Baldassari. “Ringraziamo di cuore Roberto Bolle di averci voluto al suo fanco per questa
meravigliosa iniziativa, che rappresenta un grido silenzioso, un monito a non trascurare l’importanza
di un’attività che è dimensione essenziale per la crescita sana dei nostri giovani”.
AssoDanza Italia conta ad oggi oltre 10.000 associazioni tutelate, rappresentando il 75% dell’intero
comparto delle Scuole Private di danza, che sono circa 15.000. In esse operano 30.000 tra insegnanti,
coreograf, educatori, in ambito culturale, sportivo, sociale e raggiungono con la propria attività circa
2 milioni e 500.000 famiglie italiane (Osservatorio ADI al 31/10/2021). I frequentanti delle Scuole
private di Danza italiane sono persone di tutte le età, che trovano nella pratica della danza un
benefcio a tutto tondo, un connubio perfetto tra benessere fsico, mentale, emotivo. Naturalmente,
l’80% degli iscritti alle Scuole di Danza sono i giovani sotto i 18 anni, ragazzi che studiano danza per
passione ma anche inseguendo il sogno di una carriera futura.
“La Danza rivendica una dignità inseguita attraverso numerosi disegni di legge e ancora non
completamente ottenuta” dice la Presidente Baldassari. “AssoDanza Italia sta costruendo le basi per
una rinascita del settore coreutico, le nuove generazioni meritano di poter realizzare il sogno di essere
danzatore professionista senza abbandonare il proprio Paese”.
Un’occasione di visibilità così importante, come il Ballo in Bianco 2022, amplifca la voce di ogni
giovane allievo, di ogni danzatore, ma anche di tutta la comunità civile, che gode della bellezza
dell’arte coreutica andando a teatro. AssoDanza Italia auspica che questa giornata sia di rifessione
per la società tutta, per dare adeguata rilevanza alla dimensione culturale, vera linfa di un Paese che
guarda al futuro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: