Pubblicità

Pubblicità

Varie

Dall’amore per Favignana alla promozione della Sicilia intera. Nasce così il progetto social “Il mio viaggio in Sicilia”

Un progetto che nasce dall’amore per la propria terra, dalla grande voglia di promuoverla, per condividerne bellezza e tipicità, assieme al vigore dei suoi protagonisti che, nonostante le privazioni vissute a causa della pandemia, non si sono mai arresi e hanno saputo reinventarsi offrendo il meglio delle proprie energie e delle loro abilità in vari campi. Una pagina facebook che racchiude una sequenza di video realizzati tra ristoratori, vignaioli, pasticceri ed esperti di sapori ed enogastronomia in genere, inizialmente chiamata “Il mio viaggio a Favignana” che, prendendo spunto dalle grandi pagine promozionali divulgate tramite i social, ben presto si trasforma e si concentra sull’esigenza di dare slancio alle isole Egadi e alla Sicilia intera, proprio dopo la crisi economica che le ha colpite, così come l’Italia tutta. Viene fondata il 25 aprile 2021 per dare una mano a commercianti e imprenditori e innescare un nuovo metodo di promozione per il rilancio del territorio. A occuparsene è un gruppo di giovani favignanesi, da sempre attivi nel mondo dell’associazionismo propositivo che ben presto, constatando le tante visualizzazioni e condivisioni dei video divenuti in men che non si dica virali, la trasformano ne “Il mio viaggio in Sicilia”. E il motivo, come spiega la ‘voce’ e la ‘mente’ del gruppo, Ignazio Lucido, si basa su un entusiasmo contagioso: “l’estate scorsa arriva sull’isola uno dei promotori de “Il mio viaggio a Napoli”, Giuseppe Russo – che da poche settimane ha presentato il suo primo best seller in seguito al milione di follone ottenuto proprio sui social, dal titolo  “I racconti di Parthenope” (Albatros), in cui racconta il suo amore per la città – e ha proposto una sorta di gemellaggio e l’ampliamento del progetto mettendo l’intera Sicilia al centro dell’interesse degli internauti. Così, da novembre scorso l’idea si è allargata e per raccontare usi, tradizioni e gastronomia della Sicilia tutta. Siamo entusiasti – aggiunge Ignazio – nel vedere che il nostro lavoro viene così tanto apprezzato. Dal video sul signor Marco di Favignana, che spiega come prepara i suoi pomodori secchi, a Salvatore che parla della sua pizza, a Tiziana con il suo cannolo, che durante la prima estate hanno avuto tantissimo risalto perché il metodo funziona. In tutta la Sicilia ci sono eccezionali maestranze ed eccellenze della gastronomia: da Trapani che vanta il maestro in cioccolato Vito Filingeri, ai racconti dei pupi di zucchero di Peppe Giuffrè al catanese Luciano Carciotto, “il boss” delle pizze, che ne ha preparato di deliziose per le migliori star di Hollywood e ci teneva tanto a essere in questo contenitore video che racconta le prelibatezze gastronomiche del territorio. Siamo stati ospiti della sua pizzeria e ci ha raccontato la sua storia”. I video parlano di cibo ma anche di cultura e di esperienze che chi arriva in Sicilia può vivere, come la visita alla Tenuta Gorghi Tondi a Mazara del Vallo, o le passeggiate nelle stradine di Castelbuono per scoprire le specialità della famiglia Fiasconaro. “Oggi la pagina ha 52 mila followers – evidenzia con soddisfazione aggiunge Ignazio Lucido – grazie all’idea di un gruppo di giovani isolani che ha saputo espandersi da Favignana alla Sicilia nel suo complesso. E negli ultimi 90 giorni la pagina ha registrato 3 milioni di visualizzazioni, con la richiesta di diversi operatori video e influencer di iniziare una collaborazione anche per trovare i siciliani sparsi per tutto lo stivale e farsi raccontare come promuovono le loro realtà in giro per il paese. Abbiamo un grande sogno: quello di creare una guida di esperienze che racconti la nostra terra, tutta la Sicilia, comprese, ovviamente, le altre isole minori, e cioè anche le escursioni al tramonto a Levanzo e le incantevoli grotte di Marettimo”. Ignazio Lucido, trentenne isolano doc, da sempre è attivo nel mondo della promozione turistica, con un curriculum di tutto rispetto: diplomato all’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici ‘Bufalino’ di Trapani, lavora da tempo come receptionist in una delle più importanti strutture ricettive di Favignana oltre ad essere stato presidente della commissione consiliare Turismo nella precedente legislatura e già rappresentante delle isole Egadi nel tavolo tecnico del Distretto Turistico della Sicilia Occidentale. Tra i video più suggestivi? “Tutti, onestamente – dice – e sicuramente la visita al Mercato del Capo di Palermo, come quella sullo street food palermitano, ma anche quella nella frazione di Napola, per vedere come nasce il cannolo, e a Catania per la granita con la brioche con il tuppo, o ancora al borgo a Scopello con visita alle tonnare assaggiando il rinomato pane cunzato, e ancora a Marsala in uno dei ristoranti più noti della città. Prima eravamo noi a cercare gli operatori per trovare le esperienze da raccontare, adesso, invece, sono loro che ci chiedono di realizzare le videoclip. Ed è questo è lo stimolo migliore. E’ la vera emozione, perché vuol dire che abbiamo incontrato i loro bisogni e tutta quella forza inespressa che vuole incantare ogni spettatore innamorato del nostro infinito patrimonio culturale e alimentare”. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: