Pubblicità

Pubblicità

Libri

Quattro nuovi libri di Sara Favarò al Salone Internazionale del Libro di Torino il 21 maggio

Sono quattro le nuove pubblicazioni che la scrittrice palermitana Sara Favarò presenterà a Torino al Salone Internazionale del Libro:

–          “Cunti” Racconti popolari siciliani, Di Girolamo Editore.

–          “L’Aquilone della Pace”, Albo illustrato da Umberto Marsala, Villaggio Letterario editore.

–          “Lenzuola nel Vento”, Albo illustrato da Angela Barbiera, Nuova Ipsa Editore.

–          “Qualcosa è cambiato. Attilio Manca. Suicidio?”, Libro inchiesta, con prefazione di Don Luigi Ciotti, presentazione di Marina Baldi e postfazione di Salvatore Borsellino, Villaggio Letterario  editore

Cunti, ovvero racconti in siciliano con traduzione in italiano, diretti agli adulti affinché non perdano il loro ricordo bambino e alle nuove generazioni perché possano acquisire la lingua e i ricordi dei loro padri, mezzo di acquisizione della cultura di chi ci ha preceduti. 

Favole in albi illustrati da abili artisti di cui il primo, L’Aquilone della Pace, è scritto in cinque lingue: italiano, russo, inglese, ucraino, cinese, perché la Pace, non sta mai da una sola parte, ma per essere reale e fattibile occorre che diventi messaggio di condivisione. Il secondo albo, Lenzuola nel Vento, parte da un ricordo personale dell’autrice che si rivede mentre i genitori distendono un lenzuolo fresco di bucato e lei corre a inabissarsi sotto esso, immaginando mondi fantastici. Testo e immagini che mentre da un lato sono essenziali punti di riferimento per il recupero dei propri ricordi ed emozioni, dall’altro fungono da stimolo agli infanti per imparare a giocare di là dai giochi telematici, per un recupero cosciente dei rapporti familiari.

I nuovi libri di Sara Favarò non contengono solo favole e racconti, ma anche una inchiesta criminologica sulla tragica morte di Attilio Manca, urologo di Barcellona Pozzo di Gotto, specializzato in interventi chirurgici alla prostata per via laparoscopia, rinvenuto cadavere il 12 febbraio del 2018. Morte che è stata etichettata come suicidio, ma l’inchiesta di Sara Favarò mette in evidenza diverse anomalie e terribili connessioni con altri ben noti fatti di sangue.

Questi gli orari delle presentazioni giorno 21 sabato al Salone del Libro.

–          h. 12,30 presso lo stand della Regione Siciliana, Padiglione B, presentazione della raccolta di racconti popolari siciliani “Cunti”, ed. Di Girolamo. Presenta Maddalena De Luca, intervengono Paolo Valentini dell’Assessorato Regionale alla Cultura e alla Identità Siciliana e l’Autrice.

Presentazioni presso lo stand della FUIS (Federazione Unitaria Italiana Scrittori), Padiglione OVAL, Stand  W38 – X 37.

–          h. 15,30 dell’Albo Illustrato “L’Aquilone della Pace”, presenta il co-presidente nazionale della FUIS, Natale Antonio Rossi, interviene l’Autrice.

–          h. 16,00 Sara Favarò presenta con il co-presidente nazionale FUIS, Natale Antonio Rossi, l’Albo Illustrato “Lenzuola nel Vento

–          h. 16,30 Salvatore Borsellino presenterà il libro inchiesta “Qualcosa è Cambiato. Attilio Manca. Suicidio?”. Interverrà l’Autrice.

Breve Curriculum Sara Favarò

Palermitana di adozione, è nata a Vicari. Laureata in Servizi Giuridici, Criminologia, esperta di tradizioni popolari, ha frequentato corso biennale sui beni etno – antropologici, Facoltà di Lettere Università di Palermo con Regione Siciliana. Scrittrice, giornalista, studiosa di cultura e religione popolare, attrice e cantautrice. Ha scritto 76 libri. Si occupa di inchieste sulle diversità di genere e su fatti criminali, narrativa per adulti e per l’infanzia, opere teatrali e musicali, saggi di cultura popolare e religiosa siciliana, poemi e monologhi. Suoi testi sono adottati nelle scuole e vari saggi sono inseriti in tesi di laurea in Italia e Canada. Giornalista ha scritto per La Repubblica, Tecnica della Scuola, L’Inchiesta Sicilia, Il Pitrè, Sikania, Giornale di Sicilia. I suoi articoli di tradizione siciliana, apparsi sulla rivista italo-americana Sikania, sono stati in cima alla top ten dei più letti in Italia e America. Impegnata a favore dei più deboli, volontaria in associazioni e nei quartieri a rischio di Palermo, ha realizzato progetti sulla legalità in enti pubblici. Dal 1980 dirige l’Assoc. Culturale Compagnia Teatrale e Musicale SIKELIA, portando in scena testi e canzoni in siciliano e in italiano sulla pace, contro ogni disuguaglianza e per il recupero della cultura immateriale siciliana, esibendosi in Canada, Australia,Germania e in trasmissioni radiotelevisive estere e RAI, Mediaset, La7.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: