Pubblicità

Pubblicità

Libri

Pani câ meusa. La cucina di strada in Sicilia. Il libro di Rosario Ribbene

Si chiama ‘Pani câ Meusa’, e non è un libro di gastronomia, né tantomeno una rivisitazione di un ricettario per preparare cibi di strada, bensì un saggio che ha l’ambizione di fornire una piacevole lettura sull’argomento della cucina di strada, per raccontare com’è piacevole addentare un’arancina o gustare un tocco di carne arrosto e berci un buon bicchiere di vino rosso o una birra sopra. Il libro è in doppia lingua, essendo integralmente tradotto in inglese con note esplicative di tutti i cibi di strada. E questo per una maggiore diffusione della pubblicazione per turisti e viaggiatori. L’autore è Rosario Ribbene, palermitano, architetto e giornalista, con all’attivo collaborazioni con svariate riviste italiane. Nel 2013 fonda Rodoarte Onlus e nel 2014 fonda e dirige la testata on-line Impronta Magazine. In questo libro cerca di tessere, con linguaggio giornalistico, un itinerario storico sulla evoluzione di quel mondo vario e vivace della cucina di strada siciliana e dei suoi personaggi caratteristici: buffitteri, stigghiolari, meusari e così via. Un mondo di ambulanti e piccoli putiari che oggi si è trasformato in aziende piccole e medie per la produzione e commercializzazione di prodotti gastronomici tradizionali ma che ancora conservano un carattere fortemente artigianale. Ad impreziosire l’opera ci sono le illustrazioni di Rodo Santoro, architetto, pittore, scenografo, giornalista e saggista. Santoro ha curato il Festino di S. Rosalia a Palermo e progettato ed eseguito i restauri monumentali dei più grandi castelli di Sicilia. Pani câ Meusa è stato pubblicato nell’aprile del 2017 da Marcello Clausi, Editore di Palermo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: