Pubblicità

Pubblicità

Eventi

Castellammare Culture fest: tre giorni dedicati all’integrazione, arte e tradizioni

In un momento storico carico di timori, nutriamoci d’arte, nutriamoci di bellezza. Tre giorni dedicati all’incontro tra artisti e cittadini del territorio di Castellammare del Golfo e non solo. Quest’anno uniremo due momenti importanti della tradizione siciliana: il ricordo dei nostri defunti e ci dedicheremo a conoscere e a vivere la raccolta delle olive -spiegano gli organizzatori-. Un giovane di Castellammare avrà il compito di realizzare un murales che rappresenti i bisogni di questo periodo e per tre pomeriggi ci saranno laboratori dedicati alle tradizioni siciliane, incontri sulla cittadinanza attiva, l’amministrazione condivisa e la poesia. Anche quest’anno i ragazzi del centro di accoglienza provenienti dal Mali, Somalia, Senegal, Guinea Conakry, Bangladesh, ospiti dello Sprar “La mano di Francesco” collaboreranno alla realizzazione del Festival”.

 IL PROGRAMMA

Venerdì 29 ottobre

Alle ore 10, nell’istituto comprensivo Pascoli- Pirandello (viale Leonardo da Vinci, 11) inizio del murales con Vittorio Iracani e gli studenti, a cura dell’associazione Trinart e di “Insieme per l’otosclerosi”.

Alle ore 16, in villa Margheritamostra dei ragazzi di “Insieme si può”, laboratorio di uncinetto a cura dell’associazione “Unite da un filo”, recital di poesie a cura del Centro culturale Peppino Caleca e Insieme si può.

Alle ore 17,30 nell’aula consiliare di Corso B. Mattarella l’incontro dibattito “Beni comuni e amministrazione condivisa: percorsi e buone prassi di partecipazione e rigenerazione urbana” a cura del Centro di solidarietà Castellammare APS.

Sabato 30 ottobre

Alle ore 10, nell’istituto comprensivo Pascoli- Pirandello, incontro sull’arte di strada e inaugurazione del murales realizzato il giorno prima.

 Alle ore 16, nella villa comunale Margheritamostra dei ragazzi di “Insieme si può” e laboratorio di uncinetto dell’associazione “Unite da un filo”.

Alle ore 18, laboratorio di frutta “martorana” a cura dell’associazione Trinart.

Alle ore 18.30 Drum Cicle condotto da Heinrich Harm e degustazione a cura della comunità di accoglienza immigrati “La mano di Francesco”.

Domenica 31 ottobre

Alle ore 10, nel palazzo comunale di corso B. Mattarella, conclusione laboratorio di uncinetto delle foglie d’ulivo.

Dalle ore 16 alle 19, nella residenza d’artista a Fraginesi è previsto l’incontro con i raccoglitori di olive, accompagnati dalla musica, degustazione olio nuovo e “vastedde”. Performance sensoriale artistica sugli elementi della terra a cura dell’associazione Trinart: musica composta dal vivo dal pianista Simon Albino Francis Cipolla con i giocolieri Alessio Bellomia e Gaetano De Blasi; danzatrice Soad Ibrahim.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: