Pubblicità

Pubblicità

Eventi

Giornata mondiale turismo 2021

Il turismo per la crescita inclusiva” è il tema della 42/a Giornata mondiale del Turismo indetta dall’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite che, come ogni anno, si celebra il 27 settembre. La Giornata mondiale del Turismo in Sicilia si celebrerà nell’ambito di Travelexpo, in programma dal 25 al 27 settembre al CDSHotel Città del Mare di Terrasini, nell’area metropolitana di Palermo. 

L’approccio inclusivo richiama, come nel magistero di papa Francesco, a un’economia rispettosa ed equa, al benessere sociale ed economico di tutta l’umanità, all’opportunità per ciascuno di uno sviluppo integrale. Un tema ripreso dal messaggio “Il turismo è vita, vaccinati e viaggia” che verrà diffuso attraverso la speciale cartolina realizzata dallo Skal Palermo e che sarà offerta a tutti i partecipanti di Travelexpo al termine della cerimonia dell’annullo postale. Sarà infatti presente anche quest’anno al CDSHotel Città del Mare, per il secondo anno consecutivo, un desk delle Poste Italiane con gli ufficiali postali che apporranno lo specifico annullo su un francobollo dedicato ai Quattro Canti di Palermo. 

Subito dopo è prevista la lettura del messaggio Il coraggio di agire per vivere e non sopravvivere” da parte di Toti Piscopo, presidente Skal International Palermo, alla presenza di Leoluca Orlando, sindaco di Palermo e presidente dell’Anci Sicilia; Toni Scilla, assessore all’Agricoltura della Regione Siciliana; S.E. Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale; e Pino Pace, presidente Unioncamere Sicilia. 

Quindi Unioncamere presenterà il marchio “Ospitalità Italiana” che rappresenta un’opportunità per le imprese siciliane, insieme a Santa Vaccaro, segretario generale Unioncamere Sicilia; Alessandra Arcese, coordinatrice Area Qualificazione Imprese e Territori ISNART; e Andrea Stancato, Risthotel360 e manager Mercure Palermo e Splendid Taormina.  

I lavori proseguiranno con il focus “Costruire cultura per sostenere la crescita di un turismo inclusivo” con la partecipazione di Don Roberto Fucile, direttore dell’Ufficio regionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della CESi; S.E. Mons. Michele Pennisi, arcivescovo di Monreale; Don Gionatan De Marco, direttore dell’Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della CEI; Giuseppe Matarazzo, giornalista del quotidiano “Avvenire”; e Girolamo Cusimano, presidente dell’Associazione Ricercatori Turismo – ARTÙ.  

Sarà l’occasione per una riflessione collettiva sul ruolo che gli attori del sistema-turismo – turisti, istituzioni, imprese, comunità, formatori e comunicatori – possono svolgere per offrire nuove prospettive all’esperienza turistica in un periodo drammaticamente segnato da emergenze sanitarie e crisi economiche, per pensare al viaggio come ad un’occasione di cambiamento, soprattutto culturale. Nella fattispecie, la presenza della Rete siciliana dei Parchi culturali ecclesiali a Travelexpo 2021, coordinata dalla CESi con la collaborazione di ARTÙ, va intesa come opportunità di confronto operativo con gli addetti ai lavori ma anche come occasione per discutere con il mondo del turismo gli obiettivi che sostengono il progetto della Rete dei Parchi. In conclusione, alle 12.45, verrà presentato il debutto nel mercato turistico dei Club di Prodotto KidSicily, Activesicily e Pet&Travel.  

Nel corso delle celebrazioni per la Giornata Mondiale del Turismo, ci sarà spazio a un incontro rivolto esclusivamente ai giornalisti, organizzato in collaborazione con Assostampa, dal titolo “Criticità e opportunità del turismo tra psicologia e mercato al tempo della pandemia”. Previsti gli interventi di Toti Piscopo, direttore editoriale di Travelnostop.com; Giuseppe Rizzuto, giornalista e segretario provinciale Assostampa Palermo; Antonio Giordano, giornalista; Fedele Termini, psicologo del turismo e psicoterapeuta; Ivana Jelenic, presidente nazionale Fiavet; Marcello Mangia, Ceo Mangia’s e consigliere Skal International Palermo; Mariella Sciammetta, Governatore Lions del Multidistretto Italia; e Piccarda Frulli, direttore Ente Turismo Svizzero.  

A causa delle misure di prevenzione dal Covid-19 è obbligatorio esibire il green pass, oltre all’uso delle mascherine e il rispetto del distanziamento sociale.  

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: