Pubblicità

Pubblicità

Libri

‘Democrazia in bilico’. Il libro di Rossana Titone

Si chiama “Democrazia in bilico” il libro di Rossana Titone appena pubblicato da Pluriversum Edizioni. Con la prefazione di Davide Faraone, le 106 pagine puntano a rappresentare il panorama della politica italiana: “Cadono e si rialzano i politici, alcuni tengono botta e altri scompaiono. Pochi curano i territori, se ne ricordano al momento del voto. Manca il fattore visione, manca la politica, che non è fatta di comunicazione urlata, delirante e bulimica sui social ma di azioni serie e concrete per i cittadini. L’Italia non è un Paese per donne, non ancora, siamo in bilico tra ciò che vorremmo essere e ciò che non siamo, senza però indicare una strada. Alla politica manca il coraggio di un cambiamento radicale e responsabile. Ci si trascina guardando all’oggi senza programmare il domani. Questo avviene ovunque, dalla politica locale a quella nazionale. C’è bisogno di una classe dirigente all’altezza dei ruoli, non improvvisata e nemmeno graziata. Mai scambiare la fortuna con la competenza. Esserci è il modo migliore per partecipare al processo democratico ed essere motore del cambiamento”. Dice di sé l’autrice: “Sono un’osservatrice, mi perdo nei dettagli di ciò che si dice, dei gesti, delle movenze. Osservo tutto, sguardi compresi, analizzo le parole, quelle non dette. Rimugino. Sì, io sono quella che pensa e ripensa a una frase pronunciata, la faccio in mille pezzettini e poi ci torno sopra, elaboro e, se è il caso, esplodo”. E ancora continua la Titone: “Nel mondo della politica è più quello che non si dice che tutti i fiumi di parole sprecate, un flusso che sovrasta un altro flusso, un cortocircuito che trascina una grande confusione. Che cos’è la politica? Tutto è politica, ogni scelta è politica. E se non scegliamo, la subiamo, come un temporale. E allora meglio capirla, scriverla, spiegarla. Molti non sono avvezzi, per stanchezza, per disinnamoramento; quello che è accaduto negli ultimi quindici anni di vita politica siciliana e nazionale non è edificante: una baraonda. Chi non è addetto ai lavori lascia correre, si concentra sull’oggi, su quello che i giornali fanno girare, su ciò che i tg e i talk show politici scandiscono. E non è vero che tutto è spazzatura; faremmo un torto a chi butta l’anima dentro le redazioni fino a notte fonda, a chi vede l’alba per battere la prima notizia, a chi passa le giornate tra cellulari e articoli da scrivere.
Abbiamo una responsabilità: esserci”.

L’AUTRICE

Classe 1976, volto radio e tv di RMC101, vive a Marsala, scrive di politica da oltre quindici anni, analista politica ed esperta di comunicazione social, presidentessa dell’associazione Prospettiva 2030, attenta alle tematiche delle Parità di Genere. Grafomane, animalista, curiosa per inclinazione, ama mettere ordine con le parole e scandirle bene. Analizza i dettagli e li racconta.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: