Pubblicità

Pubblicità

Varie

Aree interne, la CISL della Basilicata chiama a raccolta esperti e istituzioni per immaginare un nuovo paradigma di sviluppo

“Aree interne della Basilicata: luoghi da vivere”. È questo il tema al centro del Consiglio generale aperto della Cisl Basilicata che si terrà lunedì 28 novembre (Auditorium dei Calanchi, ore 10) nello scenario suggestivo di Aliano alla presenza del segretario nazionale Andrea Cuccello. Per immaginare un nuovo paradigma di sviluppo regionale la Cisl ha scelto di chiamare a raccolta esperti, rappresentanti delle istituzioni e chi quotidianamente si misure con le problematiche ma anche con le opportunità legate alle aree interne, luoghi da vivere, non solo da visitare.
Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Aliano Luigi De Lorenzo, del presidente dell’Upi Basilicata Piero Marrese e del presidente dell’Anci Basilicata Andrea Bernardo, aprirà i lavori il segretario generale della Cisl Basilicata Vincenzo Cavallo. A seguire un panel coordinato dalla segretaria regionale Luana Franchini con due docenti dell’Università della Basilicata, Ferdinando Di Carlo e Chiara Rizzi, il vicepresidente esecutivo di Legacoop Basilicata Caterina Salvia e Giovanni Terzulli, key account di Randstad Italia, società che proprio ad Aliano ha sperimentato un progetto di south working.
“Nell’ultimo bollettino mensile dell’Istat – spiega il leader della Cisl lucana Cavallo – è stato certificato che negli ultimi dieci anni le regioni del Mezzogiorno hanno perso oltre un milione di residenti. E le proiezioni per il futuro sono piuttosto negative: nel 2050 la popolazione lucana sarà di circa 460 mila abitanti. È chiaro che un tale scenario mette in discussione la sostenibilità di servizi essenziali, dall’istruzione alla sanità. Il futuro della Basilica si gioca quindi nelle aree interne. E per lanciare questo messaggio, che è anche una sfida, Aliano rappresenta il luogo ideale”.  

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: