Pubblicità

Pubblicità

Enogastronomia

Al via l’Enosimposio 2022 di Assoenologi Sicilia

Marketing, sostenibilità e cambiamento climatico: sono questi i temi su cui è incentrato l’Enosimposio 2022, il tradizionale appuntamento di Assoenologi Sicilia che quest’anno si svolgerà dall’8 al 10 luglio a Sciacca.

“Il mondo intero oggi si interroga su alcuni temi che toccano profondamente la vita di ognuno di noi: cambiamento climatico, impatto ambientale del nostro stile di vita, relazioni fra ciò che accade nel contesto socio-politico ed esigenze di mercato – dice il Presidente di Assoenologi Sicilia, enol. Giacomo Manzo – Sono dinamiche che pervadono il mondo enologico cambiando anche l’approccio al nostro lavoro. È per questo – continua Manzo – che abbiamo deciso di dedicare l’Enosimposio 2022 ai temi della sostenibilità e del climate change, associando ad essi una riflessione sul ruolo del neuromarketing nel mondo del vino, quale strumento utile ad avvicinarci a ciò che ci circonda e ai desideri dei winelovers. Perché dentro una bottiglia non c’è solo storia, passione, cultura ma anche responsabilità, rispetto ed ascolto”.

Il congresso regionale di Assoenologi Sicilia prenderà il via venerdì 8 luglio, alle ore 15.00, presso il Resort Torre del Barone, a Sciaccamare. Ad avviare i lavori i saluti del Presidente di sezione, enologo Giacomo S. Manzo, e dell’enologo Riccardo Cotarella, Presidente Nazionale Assoenologi.

Saranno presenti anche l’on. Toni Scilla, Assessore Regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo rurale e della Pesca mediterranea, il dott. Sebastiano Di Bella, Presidente IRVO, il prof. Pietro Catania, Vice-coordinatore del Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia dell’Università di Palermo, il dott. Dario Cartabellotta, Dirigente Generale Dipartimento Regionale dell’Agricoltura, e il prof. Domenico Pocorobba Dirigente dell’istituto Abele Damiani di Marsala.

Si entrerà poi nel vivo dei lavori con il talk show moderato dall’enologa Isabella Tumbarello, componente del comitato di sezione di Assoenologi Sicilia, dedicato al tema “Climate change: quali alternative in viticoltura?”. Sull’argomento si confronteranno il prof. Marco Pesce, docente e responsabile dell’Area Sviluppo e Ambiente in ARB SBPA, il prof. Stefano Poni, docente di Scienze delle produzioni vegetali sostenibili presso la Facoltà di Agraria di Piacenza, il dott. Daniele Cecon, Responsabile Area Sicilia Vivai Cooperativi Rauscedo, e l’agronomo Tanino Santangelo.

A seguire, un secondo talk show moderato dall’enologo Giacomo Spanò, componente del comitato di sezione di Assoenologi Sicilia, nel corso del quale la dottoressa Ada Rosa Balzan, amministratore delegato di ARB S.B. p.A, il prof. Nicola Francesca dell’Università degli Studi di Palermo, il prof. Stefano Poni e la dott.ssa Letizia

Russo, componente del Consiglio direttivo della Fondazione SOStain Sicilia, si confronteranno sul tema della sostenibilità in viticoltura.

Il dott. Giacomo Gagliano, direttore dell’ICQRF, esporrà poi i risultati di un’indagine conoscitiva sui contenuti di acido fosfonico nei prodotti vitivinicoli, condotta dallo stesso Gagliano insieme a Valentina Pantò e Giovanni Morabito. Il dott. Nicola Di Forti e il dott. Umberto Pusateri, funzionari dell’ICQRF, esporranno inoltre i più recenti aggiornamenti legislativi.

La giornata si chiuderà con la presentazione del Comitato Giovani di Assoenologi Sicilia, recentemente costituito con l’obiettivo di rendere i giovani enologi partecipi dei processi decisionali dell’associazione.

Sabato mattina, sarà la volta del talk show “Neuromarketing e vino”, moderato dall’enologo Giuseppe Figlioli, componente del comitato di sezione di Assoenologi Sicilia. Interverranno il prof. Vincenzo Russo del Centro di Ricerca di Neuromarketing dell’Università IULM, il dott. Paolo D’Adamo, Responsabile Commerciale GdO delle Cantine Settesoli, e il dott. Francesco Tiralongo, Chief Executive Officer per Baglio di Pianetto.

A seguire la dottoressa Clara Vitaggio (Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia dell’Università di Palermo) relazionerà su “Incremento degli zuccheri nelle uve: effetti della riduzione dell’alcol nei vini sul profilo polifenolico, aromatico e sensoriale”.

A concludere la due giorni una degustazione di vini DOC siciliani dedicata a quattro consorzi dell’isola: DOC Sicilia, DOC Etna, DOC Pantelleria e DOCG Cerasuolo di Vittoria.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: