Pubblicità

Pubblicità

Eventi

Marsala alla Bit con la sua storia millenaria nel cuore del Mediterraneo

Questa per noi è un’opportunità. Marsala, la splendidissima civitas come la definì Cicerone, si presenta già da sé con la sua storia importante. Ma se a questa uniamo sapori, bellezze paesaggistiche e architettoniche, ecco che i resti fenici, i palazzi barocchi e le pagine risorgimentali diventano percorsi culturali e naturalistici, itinerari enogastronomici ed esperenziali. Ed è su tutto questo che Marsala punta per arricchire l’offerta turistica, mettendo assieme pubblico e privato, in un progetto di rilancio turistico che si aprirà con il nuovo Itinerario Garibaldino che sarà presentato il prossimo Maggio nella storica Cantina Florio. Marsala custodisce nel suo dna quell’accoglienza coltivata da millenni nel cuore del Mediterraneo e questo è già un bel vantaggio anche per i nostri operatori turistici cui diciamo che siamo attrezzati e che abbiamo capacità propositiva per cooperare al fine di promuovere al meglio questo territorio”. È quanto ha dichiarato il sindaco Massimo Grillo in apertura della conferenza di presentazione di Marsala alla Bit di Milano, all’interno dello spazio espositivo “The best of Western Sicily”. Preceduta dai canti tradizionali del Gruppo folclorico “Marsala Antica”, alla conferenza è poi intervenuto l’assessore al turismo Oreste Alagna che, nell’illustrare gli appuntamenti istituzionali e il catalogo digitale, già online sul sito www.welcomemarsala.it, ha affermato: “Abbiamo messo in campo iniziative che vogliono valorizzare natura e cultura, prodotti tipici e sport velistici, a cominciare dal kitesurf che è una bella realtà per il nostro territorio e che si impone anche a livello mondiale. L’obiettivo resta quello di destagionalizzare il flusso turistico, spalmando gli eventi nel corso dei mesi. Quest’anno, infatti, si parte in primavera con l’itinerario garibaldino e si chiude in autunno con Mediterranea, secondo un calendario già definito e arricchito dalle proposte degli operatori privati, cui si aggiungeranno anche gli appuntamenti estivi del Marsala Estate”. Ha preso poi la parola il presidente dell’Airgest Salvatore Ombra, sottolineando che “l’aeroporto Vincenzo Florio avrà un’estate intensa. Con 24 destinazioni e 100 frequenze voli la settimana, contiamo di poter avere a fine stagione oltre 800 mila passeggeri: un punto importante per un aeroporto che tre anni fa aveva molte difficoltà, poi acuitesi con la pandemia, cui si è aggiunta la guerra in Ucraina. In ogni caso, la Sicilia continua a scontare un’arretratezza infrastrutturale non da poco conto e anche nel trasporto aereo, come ho suggerito più volte al Presidente della Regione, è necessario fare rete tra i sei aeroporti siciliani. Palermo e Trapani devono entrare in questa logica di fare sistema secondo una logica di trasporto e non di opportunità. Teniamo conto che è in crescita l’appeal della Sicilia, considerata da Forbes tra le dieci destinazioni più richieste nel mondo. Diventare destinazione turistica deve essere l’obiettivo del territorio trapanese”. A dimostrare che gli operatori privati non si sono tirati indietro – condividendo il “catalogo digitale” e l’insieme del progetto turistico promosso dall’Amministrazione Grillo – alla conferenza in Bit hanno pure preso parte Salvatore Sinatra, presidente del “Movimento artistico culturale” che organizza la rassegna ‘A Scurata, e Simona Tiron e che, accompagnata dal campione di kite Gianmaria Coccoluto (4° nel ranking mondiale), ha illustrato il prossimo appuntamento del KiteFest. I loro appassionati interventi, da cui traspare chiaramente l’amore verso il territorio e la voglia di contribuire a farlo crescere, hanno chiuso la conferenza. Ad essa è poi seguita la degustazione di vini e dolci tipici, allietata ancora alla musica tradizionale siciliana del gruppo “Marsala Antica”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: