Pubblicità

Pubblicità

Eventi

Il giovane regista siciliano Giuseppe William Lombardo, con la sua “Particella fantasma”, ispirato alla scomparsa dello scienziato Ettore Majorana, alla Festa del Cinema di Roma

Il cortometraggio dedicato alla scomparsa del fisico siciliano Ettore Majorana “La particella fantasma”, del giovane regista palermitano Giuseppe William Lombardo è stato protagonista di uno degli eventi ufficiali della sedicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, in corso dal 14 al 24 ottobre all’Auditorium Parco della Musica di Roma e in altri luoghi e realtà culturali della Capitale.

L’applaudito progetto del giovane regista, che negli scorsi mesi ha fatto il giro dei festival cinematografici del mondo, adesso ha preso parte alla prestigiosa kermesse romana dove tra i presenti figuravano nomi importanti del cinema e della televisione, come l’attrice Cristiana Dell’Anna (“Gomorra”, “Qui rido io”), il produttore cinematografico e fondatore della Bibi Film, pluripremiato ai David di Donatello Angelo Barbagallo e il prosthetic make up artist del cortometraggio di Lombardo, fresco vincitore del David di Donatello insieme a Federica Castelli e Luigi Ciminelli, per il trucco di Pierfrancesco Favino, in “Hammamet”, Andrea Leanza.

La proiezione del film di Lombardo ha aperto l’importante dibattito sui confini tra la libertà autoriale e la verità biografica, per l’evento ufficiale della Festa del Cinema di Roma “Libertà autoriale vs Verità biografica”, organizzato dalla Slinkset for Innovation, per analizzare i processi creativi e produttivi di uno dei generi più popolari nel panorama produttivo mondiale, quale il Biopic.

Una prestigiosa partecipazione all’appuntamento giunto alla sedicesima edizione prodotto dalla Fondazione Cinema per Roma e promosso da Roma Capitale, Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Roma, Regione Lazio, Fondazione Musica per Roma e Cinecittà (in rappresentanza del Ministero della Cultura) che arricchisce il curriculum di Lombardo.

Un tassello che si aggiunge all’anteprima mondiale del film al “Los Angeles Italia Film Festival 2021” e al premio “Science and Imagination Award”, allo “Sci-On!”, di Los Angeles. Al premio “Best International”, al festival dei cortometraggi sul tema fantascientifico, fantasy, horror e d’avventura “ConCarolinas Short Film Festival”, di Charlotte, nella città più grande del Nord Carolina (negli Usa) e ancora alla finale al “River Film Festival”, di Padova, dove “La particella fantasma” è stato proiettato su uno schermo galleggiante di 15 metri.

C’è ancora il prestigioso festival cinematografico di Spello, in uno dei borghi più belli d’Italia, in Umbria, dove il film di Lombardo è arrivato in finale mesi fa. Mentre è in Sicilia che “La particella fantasma” ha vinto i premi come “Miglior fotografia” e “Miglior colonna sonora”, al festival internazionale di cortometraggi e documentari “Sicily Movie Film Festival”, mesi fa, nella cornice della Valle dei Templi di Agrigento, di fronte al presidente di giuria Maricetta Lombardo, tecnico del suono, quattro volte vincitrice dei nastri d’argento per i film di Matteo Garrone, che vedeva tra i partecipanti anche Edoardo Leo e Walter Veltroni.

Ancora “La particella fantasma” ha fatto il giro dei festival con la selezione al “Toko Film Fest”, dal 29 luglio all’1 agosto nel Parco Nazionale del CilentoVallo di Diano e Alburni, in Campania, di fronte al presidente di giuria Daria D’Antonio, direttore della fotografia per il nuovo film di Sorrentino che ha partecipato a Venezia.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: